Le foto verrano pubblicate automaticamente?

Tutte le foto segnalate su SCATTOnetto dovranno passare da un breve controllo di moderazione. Il controllo servirà solo per evitare che vengano pubblicate foto non inerenti il progetto o cancellare i doppioni.

Quindi se avete foto su rifiuti abbandonati, cassonetti che esplodono o rifiuti conferiti male, non esitate e pubblicarle qui: https://scattonetto.ushahidi.io/posts/create/1.

Da parte nostra cercheremo di controllare e approvare le immagini segnalate entro 24 ore massimo.

Se hai dei dubbi o vuoi sapere come fare per aprire una segnalazione in maniera corretta, leggiti la nostra guida con le istruzioni passo passo su come pubblicare uno SCATTOnetto 😉

Le segnalazioni possono essere anonime?

Su SCATTOnetto le segnalazioni sono tutte anonime. Per chi vuol è possibile registrarsi sulla piattaforma (basta solo un indirizzi email e una password) per poter gestire le proprie segnalazioni. Gli utenti registrati (di cui noi non sappiamo comunque nulla) potranno infatti modificare la descrizione o l’indirizzo delle proprie segnalazioni.

Per quanto riguarda invece le segnalazioni anonime, queste non potranno essere modificate una volta pubblicate.

Se hai dei dubbi o vuoi sapere come fare per aprire una segnalazione in maniera corretta, leggiti la nostra guida con le istruzioni passo passo su come pubblicare uno SCATTOnetto 😉

Cosa vuol dire crowdmap e crowdsourcing?

SCATTOnetto è il primo progetto di crowdmapping sui rifiuti che si sia mai sperimentato in Italia e vuole essere un esempio di partecipazione e di cittadinanza attiva per migliorare la gestione della cosa pubblica, che in questo caso coincide con la gestione del servizio di raccolta rifiuti e pulizia delle strade.

Per rispondere alla domanda, bisogna partire dalla definizione di crowdsourcing (da crowd, “folla”, e sourcing, da outsourcing, e cioè esternalizzazione aziendale) che sta a significare lo sviluppo collettivo di un progetto da parte di numerose persone esterne all’entità che ha ideato il progetto stesso. Le persone che collaborano lo fanno in genere volontariamente, rispondendo ad un invito a collaborare. Wikipedia è il più grande esempio di crowdsourcing.

Con la parola Crowdmap si intende invece una piattaforma di segnalazione di eventi e/o fatti su una mappa geografica. Le segnalazioni sono fatte da tutti coloro che hanno qualcosa da dire o segnalare rispetto all’argomento della mappa.

Crowdmapping è quindi una forma di crowdsourcing dove la finalità della raccolta di segnalazioni e collaborazioni è quella di mappare gli eventi in maniera costante e il più possibile aggiornata e in tempo reale.

Perchè SCATTOnetto?

SCATTOnetto è il primo progetto di crowdmapping sui rifiuti che si sia mai sperimentato in Italia e vuole essere un esempio di partecipazione e di cittadinanza attiva per migliorare la gestione della cosa pubblica, che in questo caso coincide con la gestione del servizio di raccolta rifiuti e pulizia delle strade.

Il progetto nasce dalle tantissime email, post su facebook e messaggi via chat che molte di noi ricevono quasi quotidianamente sullo stato di abbandono dei rifiuti e dei cassonetti, sul conferimento sbagliato dei rifiuti, su discarichee improvvisate etc… Molti, come noi stesse abbiamo sperimentato, si lamentano anche della lentezza a risolvere i problemi segnalati da parte di chi sarebbe tenuto a farlo.

L’idea nasce proprio da questa situazione: rendiamo pubbliche le segnalazioni di disservizi, illegalità e abusi nel conferimento e nella gestione dei rifiuti. Siamo convinte che riportare su una mappa grafica, in maniera chiara e semplice, le varie segnalazioni arrivate dai cittadini possa aiutare l’amministrazione a comprendere il problema e a prendere le scelte giuste per migliorare il servizio.